Menu - Istituto Comprensivo di Bernareggio

Home Page
via Europa n. 2
20881 Bernareggio (MB)
tel.0399452160-fax.0396901597
cod. Istituto MIIC8B100C
C.F.94030900156
Infanzia: MIAA8B1019
Villanova: MIEE8B102G
Aicurzio: MIEE8B103L
Oberdan: MIEE8B101E
Sec. I gr.: MIMM8B101D

Statistiche: Statistiche
  -  
Indice
Principi
Area didattica
Area amministrativa
Condizioni ambientali
Reclami
Diritti e doveri
 
 

Carta dei Servizi

Area didattica

La scelta dei libri di testo e delle strumentazioni didattiche risponde a criteri di:

  • riconosciuta validità didattica;
  • annualità dei testi per evitare sovraccarico;
  • economicità.

I testi proposti per l'adozione vengono messi a disposizione dei genitori che ne possono prendere vi¬sione ed esprimere un parere all'interno dei consigli di classe e d’ interclasse. Il collegio dei docenti delibera l’adozione.
Nel caso di proposta di acquisto di testi aggiuntivi nel corso dell'anno, sarà determinante il parere dei genitori e del consiglio di classe.
I testi sono integrati da attrezzature didattiche diversificate (biblioteca, audiovisivi, sussidi multimediali, dispense, materiale didattico prepa¬rato dagli insegnanti).

I compiti e lo studio a casa costituiscono un momento utile e necessario nell'attività scolastica, in quanto:

  • rappresentano un'occasione di riflessione, verifica e consolidamento delle conoscenze e un momento di assun¬zione di respon¬sabilità;
  • sono strumento per l'acquisizione di un metodo di studio.

Sono caratterizzati da gradualità e funzionalità con il lavoro svolto in classe; tendono a promuovere un ap¬prendimento non meccanico.
Sono assegnati prevedendo un sufficiente lasso di tempo per l'esecuzione ed in quantità tale da permettere spazio per il gioco, il riposo e lo svolgimento di attività extrascolastiche.
L’insegnamento è caratterizzato da una pluralità di approcci ai contenuti disciplinari ed interdisciplinari e tiene conto delle differenze individuali nei modi e nei tempi dell’apprendere; i consigli di classe ,d’interclasse e di intersezione si accordano per rendere omogenee le metodologie didattiche e le attività educative.
I rapporti interpersonali docenti-alunni sono basati sulla correttezza e rispetto reciproco. Il coinvolgimento degli allievi nelle attività scolastiche viene favorito da stimoli positivi e gratificazioni. Quando necessario non sono esclusi i richiami che avranno funzione chiaramente educativa evitando di assumere carattere mortificante o punitivo. I genitori sono tempestivamente informati con modalità de¬finite di volta in volta, sentito il parere del consiglio di classe e della presidenza.

REGOLAMENTO DI ISTITUTO
Il Regolamento comprende, in particolare, le norme relative a:

  • vigilanza sugli alunni;
  • comportamento degli alunni e regolamentazione di ritardi, uscite, assenze, giustificazioni;
  • uso degli spazi, dei laboratori e della biblioteca;
  • conservazione delle strutture e delle dotazioni.

Nel regolamento sono inoltre definite in modo specifico:

  • le modalità di comunicazione con studenti e genitori
  • le modalità di convocazione e di svolgimento delle assemblee di classe e d’interclasse, organizzate dalla scuola o richieste dai genitori;
  • il calendario di massima delle riunioni e la pubblicizzazione degli atti.

PROGRAMMAZIONE
La programmazione di Istituto è illustrata in un documento che contiene:

  • Analisi della situazione socioculturale di partenza;
  • finalità educative;
  • criteri per la programmazione educativa e didattica;
  • obiettivi trasversali educativi;
  • obiettivi trasversali didattici;
  • obiettivi didattici disciplinari;
  • organizzazione delle attività e calendario delle riunioni.

I piani di lavoro di classe e di disciplina contengono:

  • strumenti per la rilevazione della situazione iniziale;
  • obiettivi didattici
  • eventuali curricoli differenziati;
  • progettazione dei percorsi didattici;
  • metodologia di lavoro;
  • definizione degli standard formativi e della soglia di accettabilità;
  • criteri per la verifica e la valutazione.

Contratto Formativo
I documenti sopraelencati descrivono in modo articolato e completo i contenuti e le moda¬lità del servizio erogato dalla scuola, costituiscono un impegno per l'intera comunità scolastica e sono depositati presso gli uffici amministrativi della stessa, a disposizione degli utenti che ne possono prendere visione ed eventualmente ottenere la duplicazione.
Attraverso la documentazione scritta, il genitore può avere migliore conoscenza dell'offerta forma¬tiva, sulla base di questa può esprimere pareri e proposte ed avere la possibilità di partecipare attivamente alla vita della scuola.
Anche ai singoli alunni saranno esplicitati dagli insegnanti gli obiettivi didattici ed educativi del curricolo, il percorso per raggiungerli e le fasi di lavoro.
Gli elementi principali dell'offerta formativa, in particolare per quanto riguarda la programmazione educativa e didattica, sono comunque illustrati dai docenti,
nella scuola primaria e dell’infanzia, durante:

  • l’assemblea di classe ogni bimestre;
  • colloqui individuali ogni due mesi;
  • l’assemblea d’interclasse e di intersezione ogni due mesi circa;
  • l’assemblea coi genitori degli alunni delle classi prime, all'inizio dell'anno;
  • la comunicazione bimestrale dell'andamento didattico/disciplinare dei singoli alunni (vedi pagellino e schede quadrimestrali).

nella scuola secondaria di 1° grado, durante:

  • un’assemblea coi genitori degli alunni delle classi prime, all'inizio dell'anno;
  • un’assemblea coi genitori degli alunni delle singole classi per illustrare la programmazione educativo/didattica, nel mese di ottobre
  • colloqui informativi che si effettuano durante le ore di ricevimento settimanale e in due pomeriggi, nel corso dell’anno, riservati ai genitori impossibilitati ad essere presenti a scuola al mattino.
  • la comunicazione bimestrale dell'andamento didattico/disciplinare dei singoli alunni (vedi pagellino e schede quadrimestrali).
  • i consigli di classe, con la partecipazione dei genitori, nei mesi di novembre e aprile.

Allo stesso scopo gli insegnanti comunicano al gruppo classe gli elementi principali della programmazione di¬sciplinare (obiettivi e contenuti) e i criteri di valutazione.

All’atto della prima iscrizione, viene consegnato ad ogni alunno il fascicolo informativo relativo ai rischi ed alla sicurezza nella scuola. In appendice il fascicolo contiene Lo statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria (D.P.R. 249 del 24/06/98).