Menu - Istituto Comprensivo di Bernareggio

Home Page
via Europa n. 2
20881 Bernareggio (MB)
tel.0399452160-fax.0396901597
cod. Istituto MIIC8B100C
C.F.94030900156
Infanzia: MIAA8B1019
Villanova: MIEE8B102G
Aicurzio: MIEE8B103L
Oberdan: MIEE8B101E
Sec. I gr.: MIMM8B101D

Statistiche: Statistiche
  -  
Documenti
P.O.F.
Indicazioni per il curricolo
Programmazione scuola primaria
Carta dei Servizi
Regolamento
Regolamento
Disciplina
Assicurazione alunni
condizioni
Regolamento
Gite
Monitoraggi
Risultati ex-alunni
Informativa
Privacy
Delibere
Consiglio d'Istituto
Programma annuale per l'e.f. 2008
Conto consuntivo per l'e.f. 2007
Statuto delle studentesse e degli studenti

REGOLAMENTO VIAGGI E VISITE DI ISTRUZIONE

Nella scuola dell'Autonomia si profila una valorizzazione sempre più ampia ed incisiva di tutte le opportunità formative degli studenti, specie per quelle che hanno le fondamenta sul contatto diretto con diversi aspetti della realtà sociale, umana, civile, economica, ambientale e naturale del proprio paese o regione o di altri. In questa luce, i viaggi di istruzione, le visite guidate e gli scambi culturali sono una fattiva occasione di formazione per i giovani. Le iniziative in oggetto hanno valenza didattica e quindi la finalità di integrare la normale attività della scuola sul piano della formazione generale e della personalità degli alunni. Anche sul piano della socializzazione, i viaggi di istruzione rappresentano opportunità da saper cogliere e sono momenti di grande importanza per un positivo sviluppo delle dinamiche socio affettive del gruppo classe. L'individuazione di un docente referente per ogni classe, la costituzione di una eventuale “Commissione gite” e la disponibilità del personale di Segreteria a prendere contatti con Agenzie di fiducia e a seguire tutte le iniziative, portano ad individuare ed a programmare attività in maniera razionale e con la massima valenza didattica, potenziando l'abbinamento di classi per favorire la socializzazione ed il contenimento dei costi per gli studenti. Tutti i viaggi di studio sono considerati come momento integrante dell’attività didattica e sono inseriti nella programmazione di classe.

In base alle loro tipologia si distinguono:

  1. Viaggi di integrazione culturale: finalizzati alla conoscenza di aspetti paesaggistici, monumentali, partecipazione a manifestazioni o concorsi;
  2. Viaggi di integrazione e di preparazione: visite ad aziende, unità di produzione, partecipazione a mostre;
  3. Viaggi connessi ad attività sportive: settimane bianche, campi – scuola ecc.
  4. Visite guidate: presso musei, gallerie, monumenti, località di interesse storico e artistico, parchi naturali; si effettuano nell’arco di una sola giornata.
  5. Uscite didattiche: vengono così definite le visite guidate che implicano la partecipazione a manifestazioni diverse (conferenze, spettacoli teatrali, mostre, gare sportive…), oppure visite ad aziende – laboratori – scuole - edifici e strutture pubbliche - ubicati o che si svolgano nel territorio dell’Istituto Comprensivo di Bernareggio.

Per queste la procedura sarà la seguente:

  • Proposta dei Docenti
  • Individuazione dei Docenti accompagnatori
  • Autorizzazione cumulativa annuale dei genitori (mod 6)
  • Autorizzazione del Dirigente Scolastico

Destinatari:

sono rivolte a tutti gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado le seguenti tipologie: viaggi di integrazione culturale, viaggi di integrazione e preparazione, viaggi connessi ad attività sportive, visite guidate, uscite didattiche; agli alunni della scuola dell’infanzia sono rivolte solo le seguenti tipologie: visite guidate non superiori alla giornata e uscite didattiche.

E’ obbligatorio acquisire il consenso scritto di chi esercita la patria potestà.

Gli alunni dovranno essere in possesso di un documento di identificazione rilasciato dalla scuola o del certificato di identità personale; per i viaggi all’estero sono obbligatori i documenti validi per l’espatrio.

Visite guidate e viaggi di istruzione si configurano come esperienze di apprendimento e di crescita della personalità alle quali devono partecipare tutti gli alunni della classe, salvo giustificati impedimenti. La percentuale dei partecipanti dovrà essere non inferiore al 90% degli studenti di ogni classe. Nel calcolo di tale percentuale sono esclusi gli alunni le cui famiglie adducono motivazioni “di principio” alla loro non adesione.

Gli alunni che non partecipano all’uscita sono tenuti alla frequenza delle lezioni, saranno inseriti nelle classi/sezioni del plesso. Coloro che non si presenteranno a scuola dovranno giustificare l’assenza.

Non è prevista la partecipazione dei genitori, salvo casi eccezionali e autorizzati dal Dirigente Scolastico.

Il personale accompagnatore e gli alunni sono coperti dalla assicurazione stipulata dall’Istituto.

Destinazione

Per le visite guidate si ritiene opportuno raccomandare una attenta valutazione in merito alla durata del trasporto al fine di “armonizzare” tempo di percorrenza e tempo dedicato alla visita vera e propria; in particolare per gli alunni della scuola dell’infanzia è consigliabile che il tempo di percorrenza si esaurisca nel limite di tre/quattro ore.

Visite guidate e viaggi di istruzione sono organizzati

  • In Italia e nei Paesi Europei aderenti alla UE per gli alunni della scuola secondaria di primo grado e della scuola primaria;
  • In ambito della propria regione e delle regioni limitrofe per gli alunni della scuola dell’infanzia

Le uscite didattiche sono organizzate nel territorio dell’Istituto Comprensivo di Bernareggio.

Si ritiene opportuno utilizzare i mezzi pubblici. Qualora ciò avvenisse, si responsabilizzeranno le famiglie ad accompagnare con mezzi propri gli alunni alla stazione di partenza.

Per l’utilizzo di ditte di autotrasporto e/o il ricorso ad agenzie di viaggio, è necessario acquisire le autorizzazioni di legge.

Durata dei viaggi e periodi di effettuazione

La durata massima dei viaggi di istruzione e delle visite guidate è di cinque giorni nell’anno scolastico.

I viaggi di istruzione e le visite guidate devono essere scaglionati nell’arco dell’anno scolastico.

Si invitano i docenti a richiedere ad agenzie e/o guide la possibilità di rinvio dell’uscita qualora le condizioni ambientale e/o metereologiche ne pregiudicassero lo svolgimento.

Particolare attenzione va posta al problema della sicurezza:

  • sono vietati i viaggi notturni
  • si raccomanda di evitare, per quanto possibile, la programmazione dei viaggi e delle visite guidate nei periodi di alta stagione e/o nei giorni prefestivi nei luoghi di maggior affluenza turistica

Organi competenti

Il piano delle visite guidate e dei viaggi di istruzione è approvato dagli organi collegiali della scuola, dal Consiglio di Intersezione/Interclasse/Classe, dal Collegio Docenti entro ottobre; viene deliberato dal Consiglio di Istituto, che contestualmente assegna l’appalto per tutte le uscite alla ditta trasporti che meglio risponda alle esigenze di servizio e di costo.

Il piano generale , una volta approvato e deliberato, diventa esecutivo consentendo ai docenti di dare avvio alle procedure necessarie all’uscita.

I viaggi di istruzione devono essere approvati singolarmente dal Consiglio di Istituto non appena definiti i dettagli organizzativi e comunque in tempo utile per espletare tutte le procedure.

Per le uscite previste nei primi mesi dell’anno scolastico, le delibere degli organi collegiali devono essere acquisite nel corso del precedente anno scolastico.

In casi particolari ed eccezionali quali comunicazioni/informazioni tardive, l’autorizzazione può essere data dal Dirigente o dalla Giunta.

Docenti accompagnatori

I docenti accompagnatori devono far parte dell’equipe pedagogico-didattico della classe.

E' prevista la presenza di almeno un docente ogni quindici studenti e nel caso di alunni portatori di disabilità si designa, in aggiunta al numero degli accompagnatori, anche l'insegnante dì sostegno, o di altra disciplina, per garantire una sorveglianza più mirata. In casi particolari il Dirigente scolastico valuterà la possibilità di ricorrere anche ai collaboratori scolastici.

Tale procedura dovrà essere garantita per tutte le uscite , comprese quelle che si effettuano nell’ambito del comune.

I docenti accompagnatori hanno l’obbligo di attenta ed assidua vigilanza esercitata a tutela sia dell’incolumità degli alunni che del patrimonio artistico e ambientale del luogo visitato.

Per i viaggi all'estero almeno uno dei docenti deve possedere una buona conoscenza della lingua del paese da visitare o dell'inglese. Deve essere comunque previsto un docente accompagnatore supplente che all'occorrenza sia pronto a sostituire un collega che, per gravi e imprevisti motivi, non sia in grado di intraprendere o continuare il viaggio.

Nei viaggi finalizzati allo svolgimento di attività sportive, i docenti accompagnatori saranno preferibilmente quelli di scienze motorie e sportive.

Oneri finanziari

Le spese di realizzazione di visite didattiche e viaggi di istruzione, riportate sugli appositi capitoli di bilancio, sono a carico dei partecipanti. Per il pagamento, i genitori provvederanno personalmente ad effettuare il versamento su conto corrente bancario o postale intestato alla scuola e consegneranno all’insegnante la fotocopia della ricevuta dell’avvenuto pagamento. Tuttavia , per agevolare le famiglie, i Consigli di classe, Interclasse, Intersezione potranno adottare modalità proprie per la raccolta dei soldi e provvedere con un unico versamento cumulativo sul conto corrente della scuola. Per i viaggi di più giorni o quelli più costosi all'atto dell'adesione verrà richiesta una caparra per il pagamento dei costi fissi, e in caso di recessione non verrà restituita.

I pagamenti dei costi dei viaggi e delle visite guidate saranno effettuati dagli uffici della segreteria, dietro presentazione di fattura o altro documento giustificativo.

All’alunno che non possa partecipare per sopravvenuti importanti motivi, verrà rimborsato la quota-parte relativa ai pagamenti diretti quali biglietti di ingresso, pasti ecc ; non saranno invece rimborsati tutti i costi ( pullman, guide ..) che vengono ripartiti tra tutti gli alunni partecipanti.

Deve essere evitata , con opportuni interventi del Dirigente scolastico, l’esclusione di alunni per motivi economici attenendosi ai seguenti criteri:

  • Non sono previsti contributi per le uscite il cui costo complessivo non superi €10,00 salvo situazioni particolari da concordare con il Dirigente;
  • Contributo sostenuto dalla classe per uscite fino a euro 25,00 ;
  • L’Istituto potrà intervenire con un contributo massimo dell’80% del costo complessivo per le uscite superiori a euro 25,00, salvo casi eccezionali da concordare con il Dirigente scolastico;
  • I genitori che intendono accedere al fondo devono presentare richiesta in forma riservata.

A tal fine l’Istituto istituirà un “fondo di solidarietà”

  • con i fondi maturati dall’interesse bancario,
  • con le economie degli scorsi anni
  • con una quota tratta dai finanziamenti degli Enti Locali per il Piano per il Diritto allo Studio.

Norme

La possibilità di effettuare viaggi e/o visite è regolata da normativa del:

  • C. M. n. 291 del 1992
  • C. M. n. 380 del 1995
  • D.L.vo n.111 del 1995
  • C. M. 623 del 1996
  • Legge n. 59 del 1997

Il presente regolamento è stato approvato all’unanimità nella seduta del Consiglio di Istituto del giorno 9 febbraio 2006. Aggiornato in data 17/10/2007