Menu - Istituto Comprensivo di Bernareggio

Home Page
via Europa n. 2
20881 Bernareggio (MB)
tel.0399452160-fax.0396901597
cod. Istituto MIIC8B100C
C.F.94030900156
Infanzia: MIAA8B1019
Villanova: MIEE8B102G
Aicurzio: MIEE8B103L
Oberdan: MIEE8B101E
Sec. I gr.: MIMM8B101D

Statistiche: Statistiche
  -  
Indice
Calendario
Gli organi collegiali
Attività funzionali
al'insegnamento
 
 

MODALITA’ DI FUNZIONAMENTO
DEGLI ORGANI COLLEGIALI.
MODALITA’ OPERATIVE DI ATTUAZIONE
DEGLI IMPEGNI COLLEGIALI

SCUOLA DELL’INFANZIA

Gli organi collegiali della scuola dell’infanzia sono

  • Il Consiglio di intersezione
  • Il Collegio Docenti
  • Il Consiglio di Istituto;

l’attività programmatoria coinvolge detti organi secondo le modalità di seguito illustrate, ma vede coinvolto soprattutto il team dei docenti di tutte le sezioni su basemensile e su base quindicinale per team di intersezione; le riunioni si svolgono in orario non coincidenti con le lezioni, di norma il martedì dalle 16.00 alle 18.00; ogni riunione viene sinteticamente verbalizzata sull’apposito registro.

Consiglio di Intersezione

È composto dai docenti e da un rappresentante eletto dai genitoriper ogni sezione, è presieduto dal Dirigente o da un suo delegato; ; generalmente si riunisce quattro volte l’anno;

ha il compito di formulare proposte in ordine all’azione educativa e didattica, di agevolare ed estendere i rapportifra docenti e genitori, di operare una valutazione globale sull’attività svolta sull’organizzazione, sugli orari, di proporre iniziative nel corso dell’anno di informazione/formazionesu temi di interesse generale.

Presidente Consiglio di Intersezione: Mich Antonella

Collegio Docenti

Nel corso dell’anno sono previsti 5 Collegi docenti della durata di 2 ore ciascuno. Nei mesi di settembre, febbraio, maggio, sono convocati i Collegi unificati ( scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado).

Almeno una settimana prima, i docenti ricevono la convocazione del collegio con l’ordine del giorno e il materiale predisposto dalle commissioni e/o dal dirigente scolastico inerente gli argomenti posti all’ordine del giorno.

Sugli argomenti posti in discussione, i docenti sono sollecitati ad esprimere opinioni e suggerimenti ed invitati a formulare proposte costruttive.

Quando necessario, si arriverà a formalizzare le decisioni mediante votazione.

Nel caso in cui l’ordine del giorno, alla scadenza dell’orario previsto, non sia completamente esaurito, il collegio verrà aggiornato.

Un collaboratore assume il compito della stesura del verbale.

Il Collegio Docenti della scuola dell’infanzia cura la programmazione dell’azione educativa adeguandola anche alle esigenze ambientali e allo sviluppo psicofisico dei bambini, provvede alla scelta delle attrezzature e del materiale di gioco, adotta iniziative per promuovere l’aggiornamento dei docenti,provvede alla verifica periodica delle attività,adotta iniziativeper promuovere rapporti di informazione e di collaborazione con i genitori.

RAPPORTI CON LE FAMIGLIE.

I rapporti con le famiglie sono indispensabili alla vita scolastica e sono finalizzati alla collaborazione, nel rispetto dei ruoli educativi propri di ciascuna componente.

Rapporti scuola/famiglia.

La collaborazione scuola-famiglia deve essere costantemente ricercata e sviluppata in quanto è condizione fondamentale per il successo formativo; gli obiettivi sono riconducibili a:

  • Instaurare un rapporto di dialogo , fiducia e trasparenza tra le parti coinvolte nel processo educativo:
  • Dare ascolto e valore alla collaborazione dei genitori nelle scelte educative della scuola;
  • Offrire al bambino una coerenza di atteggiamenti e valori tra scuola e famiglia, che siano di riferimento e sicurezza per il bambino stesso.

Le differenti forme di partecipazione prevedono:

  • collaborazioni che possono interessare momenti occasionali, le feste, progetti particolari per favorire la partecipazione attiva e “capitalizzare” le competenze dei genitori;
  • i colloqui individuali per acquisire conoscenze sul bambino, creare un rapporto di condivisione, rispetto, fiducia, collaborazione ( sett/ott– magg./giug.)
  • l’assemblea di sezione, genitori e docenti,per prendere visione della programmazione educativa-didattica, discutere gli aspetti organizzativi, formulare proposte ( settembre nuovi iscritti- ottobre – dicembre per addobbo scuola– maggio)
  • Consiglio di Intersezione (Ottobre – Novembre – Marzo – Maggio)

ELEZIONI RAPPRESENTANTI DEI GENITORI

Il 19ottobre alle ore 16,00 è convocata l’assemblea dei genitori per procedere alle elezioni dei rappresentanti nel consiglio di Intersezione . L’assemblea è presieduta da un docente nominato dal dirigente scolastico. Il 30 novembre è stata convocata l’assemblea dei genitori delle nuove sezioni di scuola dell’infanzia per l’integrazione del consiglio di intersezione.

Nel corso dell’assemblea vengono presentatila programmazione educativa-didattica, compiti impegni e funzioni del consiglio di Intersezionee ruolo del delegato.

L’orario previsto è di un’ora, poi si procede all’insediamento del seggio che resterà in funzione fino alle 18.00.

Consiglio di Istituto: si veda al punto specifico pag 9

SCUOLA PRIMARIA

Gli Organi Collegiali nella scuola primaria sono

  • il Collegio docenti
  • il Consiglio di Interclasse
  • il Consiglio di Istituto;

l’attività programmatoria coinvolge detti organi secondo le modalità di seguito illustrate, ma soprattutto i team dei docenti di classe, di classi parallele, di plesso, di aree disciplinari.

Programmazione

La programmazione si svolge settimanalmente in orari non coincidenti con le lezioni, e precisamente il Mercoledì dalle 16.40 alle 18.40; essa vede i docenti impegnati a differenti livelli:

  • di classe o di classi parallele per: la realizzazione del curricolo disciplinare; la scelta delle metodologie e tempi; le modalità di verifica e valutazione; la rilevazione dei risultati conseguiti , delle difficoltà incontrate, di particolari problematiche legate alla classe o a singoli alunni; la progettazione di percorsi individualizzati; l’organizzazione di uscite, visioni di spettacoli, viaggi di istruzione, interventi di esperti; ordini del giorno di riunioni con i genitori; L’organizzazione/coordinamento delle attività legate a progetti specifici e/o di laboratorio
  • di plesso per: il coordinamento delle attività che coinvolgono tutti i docenti di ogni singolo plesso; la verifica in itinere dei progetti; la definizione delle modalità d’uso degli strumenti, delle aule speciali, dei laboratori; l’organizzazione di iniziative comuni, feste ...
  • di aree disciplinari: considerata la tipologia della scuola primaria, tre plessi dei due alcuni monosezione, enell’ottica di un positivo confronto che possa arricchire e migliorare il servizio scolastico, sono previsti incontri per aree disciplinari fra docenti di tutti i plessi perapprofondimento , pianificazione , revisionedegli insegnamenti disciplinari ; criteri e modalità di verifica e valutazione; confronti metodologici.

Tali incontri hanno una scadenza generalmente bimensile: 24/0926/11/ 2004

11/02/0428/04/04 ; in considerazione della necessità di approfondimento e studio della documentazione relativa all’attuazione della Riforma, si devono inoltre ipotizzare incontri nel corso dell’anno e a giugno, al termine delle lezioni, per la riformulazione del Piano dell’Offerta Formativa.

Ogni riunione viene sinteticamente verbalizzata sulregistro dell’Agenda della programmazione didattica,che documenta tutto il lavoro progettuale svolto dai diversi team.

COLLEGIO DOCENTI

Nel corso dell’anno sono previsti 8 Collegi docenti della durata di 2/3 ore ciascuno, nei mesi di settembre, ottobre, novembre, febbraio, aprile, maggio, giugno. Nei mesi di settembre, febbraio, maggio, sono convocati i Collegi unificati (sc. dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado).

Entro il mese di ottobre viene consegnato ai docenti il calendario di massima delle attività funzionali all’insegnamento.

Almeno una settimana prima, i docenti ricevono la convocazione del collegio con l’ordine del giorno e il materiale predisposto dalle commissioni e/o dal dirigente scolastico inerente gli argomenti posti all’ordine del giorno.

Sugli argomenti posti in discussione, i docenti sono sollecitati ad esprimere opinioni e suggerimenti ed invitati a formulare proposte costruttive.

Quando necessario, si arriverà a formalizzare le decisioni mediante votazione.

Nel caso in cui l’ordine del giorno, alla scadenza dell’orario previsto, non sia completamente esaurito, il collegio verrà aggiornato.

Un collaboratore assume il compito della stesura del verbalela cui copia verrà inviata in ogni plesso.

Nel caso in cui si verifichi una urgenza che richieda formale delibera, il collegio potrà essere convocato in via straordinaria con preavviso di 5 giorni.

Il collegio si articola in commissioni per una organizzazione più proficua e funzionale della attività di progettazione, programmazione, verifica ( vedi commissioni)

Consiglio di interclasse

I consigli di Interclasse sono convocati a sezioni orizzontali a Bernareggio, per plesso a Villanova ed Aicurzio.

I rappresentanti dei genitori sono eletti nell’assemblea di venerdì 22 ottobre 2004, dalle ore 16,30 alle ore 17,30 circa.

Il Dirigente scolastico, nel caso non presieda personalmente, nomina un docente in qualità di presidente; il docente delegato ha il compito di convocare il consiglio, concordare con il dirigente l’ordine del giorno, scegliere un segretario per la redazione del verbale nell’apposito registro, concordare le date delle sedute e comunicarle in segreteria.

i Consigli si riuniranno quattro volte con la presenza dei genitori e, secondo la vigente normativa, con la sola presenza dei docenti nella settimana dal 31/05/05al 08/06/05,per le operazioni di scrutinio per il passaggio alla classe successiva.

Gli incontri del Consiglio di Interclasse si terranno dopo l’orario delle lezioni (orientativamente ore 17.00)secondo il seguente Calendario :

  • primo incontro da Martedì 2 novembre a Venerdì 6 novembre2004: compiti impegni e funzioni del consiglio, presentazione del POF, programmazione di classe, pagellini bimestrali,piano gite, verifica delle attività realizzate, in particolare per le classi prime progetto accoglienza, presentazione dei progetti, iniziative per il Natale;
  • secondo incontro da Lunedì 17 gennaio a Venerdì 22/01/ 2005: verifica e valutazione delle attività didattiche, verifica e valutazione dei risultati raggiunti dagli alunni, criteri di compilazione delle schede di valutazione, situazione in merito ai progetti;
  • terzo incontro da Lunedì 18/04 a Venerdì 22/03/05: verifica e valutazione delle attività, situazione delle classi, verifica dei progetti, verifica delle commissioni, iniziative per la fine dell’anno scolastico;
  • quarto incontro da Lunedì 16/05 a Venerdì 20/05/05 ( in alternativa secondo le disposizioni del Ministero relative all’adozione dei libri di testo da 23/05a27/05): adozione libri di testo, verifica dei testi in uso, analisi di nuovi strumenti didattici, verifiche e valutazioni finali, suggerimenti e proposte per il nuovo a. s. , informazioni sulle operazioni finali.

In ogni plesso sono in visione la programmazione educativa e didattica, la programmazione per obiettivi minimi, i progetti; le prove di verifica oggettive degli obiettivi minimi sono in segreteria a disposizione dei docenti.

Si precisa che qualsiasi decisione presa all’interno delle suindicate riunioni ha valore propositivo e preliminare alle deliberazioni del Collegio docenti.

RAPPORTI CON LE FAMIGLIE.

I rapporti con le famiglie sono indispensabili alla vita scolastica e sono finalizzati alla collaborazione, nel rispetto dei ruoli educativi propri di ciascuna componente.

Vengono riproposte le modalità finora attuate, colloqui individuali e assemblee di classe; l’introduzione del “ pagellino”per unavalutazione intermedia è stata valutata positivamente; essi verranno consegnati alle famiglie durante i colloqui di novembre e aprile .

  • i colloqui individuali impegnano collegialmente i docenti corresponsabili nella attività didattica; si terranno dal 15 al 20 novembre 2004 con la consegna del pagellino; dal 24/01/05 al 31/01/05 con la consegna della scheda di valutazione; dal 18/04/05 al 23/04/05 con la consegna del pagellino;giovedì 17 giugno 2005 dalle ore 16.00 alle ore 19.00 per tutte le classi con la consegna della scheda di valutazione.
  • le assemblee di classe: sono un momento importante di comunicazione dell’attività didattica curricolare ed extracurricolare e di partecipazione alla vita della scuola. Saranno convocatevenerdì 22 ottobre 2003 alle ore 17,00 per la presentazione della programmazione e lo svolgimento delle elezioni del rappresentante di classe; la seconda entro il 21 gennaio 2005 e la terza entro il 28/05/5

Entro i termini stabiliti, i docenti dei singoli plessi fisseranno i calendari degli incontri del Consiglio di Interclasse, dei colloqui individuali, delle assemblee dei genitori; è compito del coordinatore comunicare le date alla segreteria.

ELEZIONI RAPPRESENTANTI DEI GENITORI

Il 22 ottobre alle ore 17,00 è convocata l’assemblea dei genitori per procedere alle elezioni dei rappresentanti nel consiglio di Interclasse. L’assemblea è presieduta da un docente nominato dal Dirigente scolastico.

Nel corso dell’assemblea vengono presentatila programmazione educativa-didattica, compiti impegni e funzioni del consiglio di Interclasse e ruolo del delegato.

L’orario previsto è di un’ora, poi si procede all’insediamento del seggio che resterà in funzione fino alle 19.00.

Consiglio di Istituto: si veda più avanti

SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO

COLLEGIO DOCENTI

Nel corso dell’anno scolastico sono previsti 7 collegi docenti, della durata di 2/3 ore ciascuno, nei mesi di settembre, ottobre, , febbraio, aprile, maggio, giugno. Nei mesi di settembre, aprile, maggio, sono convocati i Collegi unificati ( sc dell’infanzia, primaria, secondaria di primo grado).

Entro il mese di ottobre viene consegnato ai docenti il calendario di massima delle attività funzionali all’insegnamento. Mensilmente, tramite circolare, viene comunicato il calendario dettagliato delle riunioni programmate con le indicazioni degli ordini del giorno e dellascansione orario. Una settimana prima del collegio i singoli docenti ricevono il materiale di lavoro predisposto dalle commissioni e/o dalla presidenza inerente agli argomenti posti all’ordine del giorno.

Sugli argomenti posti in discussione, i docenti sono sollecitati ad esprimere opinioni e suggerimenti ed invitati il collegio a formulare proposte costruttive. Quando necessario, si arriverà a formalizzare le decisioni mediante votazioni. Nel caso in cui l’ordine del giorno, alla scadenza dell’orario previsto, non sia completamente esaurito, il collegio verrà aggiornato.

Un collaboratore assume il compito della stesura del verbale che resta adisposizione per la consultazione dei membri che ne facciano richiesta.

Nel caso in cui si verifichi una urgenzache richieda una formale delibera, il collegio potrà essere convocato in via straordinaria con il preavviso di 5 giorni.

CONSIGLI DI CLASSE

I consigli di classe sono convocati nei mesi di settembre, ottobre, novembre, dicembre , gennaio, marzo, maggio, giugno. Nei mesi di novembre, maggio i consigli si svolgono con la partecipazione dei genitori, tali consigli sono preceduti da un breve incontro dei docenti finalizzati al miglior coordinamento della riunione. La durata dei consigli di classe varia a seconda delle esigenze di lavoro, della consistenza dell’ordine del giorno e della necessità di evitare che i docenti con più di sei classi superino il monte ore previsto per le attività funzionali all’insegnamento.

Nella convocazione dei consigli è necessario tenere conto dei docenti impegnati su più scuole. I docenti E.T. – E.A. – E.M. – E.F, REL.impegnati su più corsi sono, a turno, esonerati dal partecipare ad un consiglio di classe.

Ordini del giorno:

  • Analisi situazione della classe, prove di ingresso, progetto accoglienza, avvio delle iniziative relative al progetto autonomia.(settembre)
  • Programmazione di classe, utilizzo delle risorse, , piano per il recupero del monte ore , proposta attività integrative inter ed extrascolastiche(ottobre)
  • Presentazione ai genitori delle programmazioni disciplinari, formulazione del consiglio orientativo per le classi terze, piano delle uscite didattiche (novembre)
  • Inteventi educativi individualizzati, verifica progetto accoglienza, formulazione consiglio orientativo per le classi terze (dicembre)
  • Verifica e valutazione dei risultati raggiunti da ogni singolo alunno in base ai parametri definiti dal collegio docenti ed alla programmazione disciplinare (gennaio)
  • Organizzazione delle attività di recupero, di sostegno, di potenziamento, alla luce di quanto emerso dalle valutazioni quadrimestrali (marzo).
  • Analisi dei libri di testo e dei nuovi strumenti didattici, situazione generale della classe,. verifiche delle attività svolte,. programmazione delle iniziative per la fine dell’anno scolastico (maggio)
  • Verifica e valutazione dei risultati raggiunti per ogni singolo alunno nelle attività disciplinari ed extracurriculari (maggio)
  • Verifica dell’attività educativa e didattica, Valutazione (giugno)

Il coordinatore presiede i consigli di classe in assenza e su delega del dirigente scolastico. Il segretario ha l’incarico di stendere i verbali delle riunioni.

I consigli di classe sono convocati tramite circolare nella quale è specificato l’orario, la durata e l’ordine del giorno. Le convocazioni dei consigli aperti ai genitori è trasmessa per iscritto agli interessati. E’ allegato al registro dei verbali un raccoglitore nel quale viene conservata la seguente documentazione:

  • Programmazione di classe
  • Piani di lavoro disciplinari
  • Interventi didattici individualizzati
  • Piano recupero monte ore
  • Piano visite didattiche e viaggi d’istruzione
  • Pagellini bimestrali
  • Consigli orientativi
  • Griglie di valutazione
  • Progetti finalizzati

Rapporti con le famiglie

IDocenti mettono a disposizione, al mattino,una ora alla settimana di ricevimento per i colloqui informativi con i genitori .I colloqui si svolgono nei seguenti periodi:

dal 11/10/04 al 15/01/05 e dal 07/03/05 al21/05/04.

Sono inoltre previsti nei mesi di dicembre ed aprilecolloqui informativi al pomeriggio per venire incontro alle esigenze dei genitori che lavorano.

I pagellini bimestrali sono consegnati alle famiglie nei mesi di dicembre ed aprile.

Il 20 settembre è convocata l’assemblea dei genitori delle classi prime presieduta dal Coordinatore di classe. Nel corso della riunione viene presentato il Piano dell’offerta formativa, il Regolamento dell’ Istituzione Scolastica e vengono date le principali informazioni sull’organizzazione delle attività didattiche.

Il 19 ottobre si svolge l’assemblea per l’elezione dei rappresentanti dei genitori nei consigli di classe. Nel corso dell’assemblea, presieduta dal docente coordinatore di classe, viene presentata la programmazione didattica ed educativa.

Una assemblea dei genitori delle classi terze è prevista nel mese di dicembre a conclusione delle attività di orientamento.

Elezioni rappresentanti dei genitori

Il 21 ottobre è convocata l'assemblea dei genitori per procedere alle elezioni dei rappresentanti nel consiglio di classe. L'assemblea e' presieduta dal coordinatore di classe. Nel corso della assemblea viene presentatala programmazione di classe. Si procede poialla illustrazione di compiti, impegni e funzioni del consiglio di classe e del ruolo del delegato; si individuano i candidati e si insedia il seggio. L'impegno orario previsto è di 1 ora. Il seggio elettorale resta in funzione per due ore.

Operazionedi scrutinio

Le operazioni di scrutinio si svolgono al termine del I° e del 2°quadrimestre secondo il calendario predisposto e comunicato con congruo anticipo, dopo aver preso gli accordi con le scuole cointeressate agli insegnanti con cattedra orario esterno. Gli scrutini sono presieduti dal dirigente scolastico e si svolgono con la presenza di tutti i docenti.

I giudizi globali sono preparati dal coordinatore in base alla griglia approvata dal collegio e compilata nel consiglio precedente. Entro 5 giornidal termine degli scrutini, la scheda di valutazione viene consegnata ed illustrata ai genitori.

Riunioni di coordinamento

Sono previste almeno due riunioni, di due ore ciascuno (novembre, marzo) allo scopo di coordinare gli interventi educativi e preparare materiali per il collegio docenti. Nel corso di tali incontri sono definiti accordi fra le classi per le attività integrative ed extrascolastiche e per la realizzazione dell’attività in rete.

Per far fronte alle nuove esigenze dell’istituto comprensivo, sono previsti mensilmente incontri dei collaboratori del dirigente scolastico e delle funzioni obiettivo per il coordinamento degli interventi e per l’esame delle problematiche comuni.

Dipartimenti disciplinari

Nel corso dell’anno scolastico sono previste almeno 2 riunioni per materie, della durata di due ore, che si svolgono nei mesi di settembre, ottobre,aprile.

Argomenti presi in esame:

  • Accordi per la programmazione curricolare
  • Prove di ingresso
  • Definizione standard formativi e soglia di accettabilità
  • Confronto metodologico
  • Proposte per l’acquisto di sussidi didattici
  • Indicazioni nazionali per i Piani di Studio Personalizzati (Riforma)
  • Criteri e modalità di verifica e valutazione
  • Analisi e scelta dei libri di testo
  • Accordi per la conduzione della prova d’esame

I docenti di E.A. E.M. E.F. Rel. hanno un monte ore ridotto ed in alcuni casi si riuniscono per aree.

I docenti impegnati nelle aree progetto e/o nella realizzazione delle classi aperte si riuniscono periodicamente per definire la progettazione delle attività e le modalità di intervento.

CONSIGLIO D’ISTITUTO

Il consiglio è composto da 8 genitori, 8 docenti, 2 membri del personale ATA e dal dirigente scolastico. Viene convocato 6/7 volte all'anno in orario serale. IlConsiglio è presieduto dalla sig.ra Parma Maria Teresina. Le riunioni del consiglio sono aperte al pubblico.

Il consiglio di istituto viene preceduto da una riunione di Giunta che ha il compito di preparare i lavori, reperire ed organizzare la documentazione necessaria, predisporre l'ordine del giorno ed attuare le delibere. Nel corrente anno scolastico è previsto il rinnovo del consiglio, giunto a scadenza triennale.

La giunta esecutiva si riunisce di norma una settimana prima del C.d.I. per preparare i lavori ed ogni qual volta sia necessario dare esecuzione alle delibere del Consiglio.

Il Consiglio d’Istituto svolge un compito molto importante nell’organizzazione della vita scolastica assumendo delibere in ambito amministrativo gestionale e, fatte salve le competenze del Collegio dei Docenti, in ordine alla programmazione delle attività educative :

  • Delibera il programma annuale ed il conto consuntivo
  • Adotta il regolamento interno della scuola
  • Adatta il calendario scolastico alle specifiche esigenze ambientali e territoriali
  • Delibera il Piano dell’Offerta formativa
  • Promuove i contatti con altre scuole e la realizzazione di progetti rete
  • Delibera la partecipazione ad attività culturali ,sportive e ricreative extrascolastiche
  • Esprime parere sull’andamento generale didattico ed amministrativo dell’Istituto

Inoltre indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione dei docenti ed all’utilizzo dei locali scolastici.

Gli atti del consiglio d’istituto sono pubblicati in un apposito albo della scuola